Blog

7-14 luglio 2014: settimana di liberazione dalle mestruazioni dolorose e de ciclo irregolare

Ci sono molti modi per ricordare la grandissima Franca Rame, recentemente scomparsa. Noi ne abbiamo scelto uno decisamente inconsueto, presentandovi un corso che si terrà alla Libera Università di Alcatraz, un posto magnifico creato da Jacopo Fo – figlio della coppia – e su cui potete trovare informazioni qui.
Il corso sarà dal 7-14 luglio, ed è dedicato a quelle donne che soffrono di mestruazioni dolorose e di ciclo irregolare. Di seguito riportiamo giusto un estratto della presentazione, ma sul sito trovate tutte le informazioni necessarie, oltre che un questionario da compilare prima di iscrivervi.
” Molte donne devono affrontare ogni mese un periodo di grande sofferenza o prima o durante o dopo il ciclo mestruale. Un altro aspetto a cui spesso si dà poco valore è l’irregolarità del ciclo, che è segno, sempre, di una disfunzione. Bisogna sapere che finchè la luna sarà posizionata dov’è attualmente, il ciclo delle donne avrà una durata che va dai 28 ai 30 giorni, con un flusso di 3-4 giorni. Siamo certi che qualsiasi patologia non ha mai una sola causa, ma una serie di concause di valore diverso. La soluzione va quindi ricercata lavorando su le diverse origini del problema. Siccome fra le cause attribuite alle mestruazioni dolorose e ciclo irregolare ci sono, spesso, delle false credenze o delle abitudini consolidate, non è sufficiente conoscerle, ma si rende necessario provare un modello diverso perché lo si possa fare proprio. In questa settimana lavoreremo dunque su quelle che, per la nostra esperienza, sono le concause più frequenti delle disfunzioni del ciclo mestruale. Prima fra tutte, la scorretta mobilità dell’utero. Ciò che pochi sanno è che l’utero è un muscolo che si deve poter contrarre liberamente e si deve poter muovere facilmente rispetto ai “vicini di casa”. Spesso le cicatrici o un cattivo funzionamento dell’intestino possono essere una limitazione al movimento. Su questo fatto l’osteopatia che noi proponiamo è assolutamente vincente, e questa settimana sarà l’occasione di provare a percepire i benefici di questa pratica. Partendo dal concetto secondo il quale “la conoscenza rende liberi”, il corso consentirà di apprendere nozioni di anatomia umana sul funzionamento dell’utero e non solo. Illustrando il funzionamento e le relazioni tra i vari organi potremo insieme cercare di andare all’origine del problema, o per lo meno di alcune delle concause principali. In questo modo potremo dare delle risposte ai “perchè” e a quelle che spesso i ginecologi imputano come “cause” della disfunzione. Un aspetto estremamente importante, benchè spesso trascurato o su cui si hanno informazioni del tutto errate, è la respirazione e la mobilità del diaframma. Questa settimana sarà l’occasione per comprendere appieno la corretta respirazione seguendo i principi di www.tuttorespiro.it; avremo occasione di sperimentare questo modello per migliorare i dolori mestruali e soprattutto per la stabilizzazione dei benefici ottenuti. Tra le concause che certamente non vanno trascurate c’è l’alimentazione a cui, durante il corso, presteremo particolare attenzione, sia alla qualità dei cibi, che alla loro bontà (il ristorante di Alcatraz è recensito dallo Slow Food). Questo perché siamo convinti che anche un’alimentazione corretta, migliorando lo stato di salute generale, possa influire positivamente sul percorso di riequilibrio naturale. Il programma settimanale prevede molte altre attività e insegnamenti che scoprirete giorno dopo giorno. Il grande valore aggiunto del corso di liberazione dalle mestruazioni dolorose e ciclo irregolare sarà esperire sul campo dei cambiamenti nello stile di vita, questo perchè siamo convinti che solo l’esperienza crea il cambiamento.
Le altre informazioni (dove, come, quanto) le trovate sul sito di Alcatraz, cliccando direttamente qui
Share it on

2 Comments

  1. Anonymous / 03/07/2013

    ciao ragazze… ho comperato la OrganicCup.. spero di non fare una sciocchezza chiedendo a voi… l’ho provata prima del ciclo ma dopo averla infilata non si apre… ho provato diverse e diverse volte, ma non accade nulla…. si apre solo nel momento in cui la sto tirando fuori xke ovviamente viene a contatto con l’aria, diciamo..
    Potete aiutarmi? un abbraccio, Mary

    • Lunethica / 03/07/2013

      ciao Mary! la prossima volta scrivi sotto il post in cui parliamo di oganicup, così possono vederlo tutte le ragazze che cercano l’argomento! Allora, per prima cosa provarla prima del ciclo non è sempre una buona idea: il canale vaginale non è lubrificato, per cui fa più male ad inserirla e spesso non si apre proprio per questo motivo. Seconda cosa: hai provato vari tipi di piegatura? (se guardi nel post “come inserirla” ne spieghiamo due o tre, magari trovi quello giusto per te e riesci ad aprirla senza problemi. Puoi anche provare a far scorrere il dito intorno alla coppetta, una volta inserita, assicurandoti che sia aperta..nel caso avessi il canale stretto (e quindi non riuscissi a far passare il dito) puoi sempre muoverla un po’ all’interno, ruotandola se riesci o scrollandola un po’. Tieni presente che Organicup è una coppetta abbastanza morbida: altre come Yuuki, Mooncup, ecc..sono più rigide, per cui lo scatto avviene con più facilità. Spero di esserti stata d’aiuto, facci sapere!

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Scegli tu in che modo aiutarci a realizzare i nostri progetti!